Approvata la legge sul funzionamento delle Unità Spinali

1 Dicembre 2022
In evidenza, News / Eventi

Approvata all’unanimità la legge sul funzionamento delle unità spinali del servizio sociosanitario regionale lombardo. La legge intende sviluppare l’assistenza alle persone con paralisi, traumatica e non traumatica, e definisce le caratteristiche delle unità spinali, i reparti in cui vengono curate le persone con lesione midollare. In Lombardia ci sono attualmente tre unità spinali per 74 posti letto totali: 36 all’ospedale “Niguarda” di Milano, 26 al “Morelli” di Sondalo (SO) e 12 presso il presidio di Mozzo del “Papa Giovanni XXIII” di Bergamo.

Entro sei mesi dall’entrata in vigore della legge, la Giunta regionale definirà, secondo il fabbisogno regionale, l’incremento di dotazione complessiva di risorse e posti letto delle Unità Spinali lombarde già attive e punterà a creare “la Rete fra Unità Spinali e Strutture riabilitative del Territorio (RUST)”, individuando modelli di percorso assistenziale e presidi del territorio per garantire i servizi necessari alla persona con lesione al midollo spinale, anche in seguito alle dimissioni post ospedaliere. La legge definisce anche la possibilità di individuazione di un progetto riabilitativo individuale finalizzato al recupero della massima autonomia compatibile con il livello di lesione e con la situazione clinica generale del paziente, con il coinvolgimento di professionisti dell’area sanitaria e psicologica, oltre a un gruppo multidisciplinare di medici costituito da fisiatri, anestesisti, neurofisiologi, neurologi, urologi, andrologi, ginecologi, infermieri, fisioterapisti, terapisti occupazionali, logopedisti con competenza nella disfagia, assistenti sociali. Un’assistenza mirata che deve gestire il recupero, ove possibile, di molte funzioni: neurologica, cognitiva e psico-affettiva, complicanze muscolo scheletriche, ma anche aspetti riguardanti l’attività sessuale, la fertilità e il supporto alla gravidanza. Attenzione specifica viene posta anche per pazienti in età pediatrica.

Cliccando il seguente link potrete leggere il documento ufficiale della Legge Regionale 27 2022: